segni dell'umano

THE DROP

Chi è senza colpa, un uomo in cerca di perdono

di Marianna Ninni

Il cinema ci ha già abituati ai crime drama tratti dai romanzi di Dennis Lehane. Lo scrittore bostoniano ha già fornito materiale prezioso per tre film intensi come Mystic River di Clint Eastwood, L’isola della paura di Martin Scorsese e Gone, baby gone di Ben Affleck.

Non è da meno Chi è senza colpa, film tratto da un racconto di Lehane che si intitola Animal Rescue. Abbandonate le periferie di Boston, lo scrittore, in questo caso anche sceneggiatore, si sposta in quelle di Brooklyn. Qui, in un quartiere poco raccomandabile della città, si muovono Bob e Marv, cugini che gestiscono un bar che è in realtà di proprietà di un gruppo di malavitosi ceceni. Ogni sera, questi scelgono di trasformare uno dei locali della città in un drop bar, un luogo che viene utilizzato per riciclare denaro sporco. Sebbene Bob sia a conoscenza delle attività illegali che si svolgono sottobanco nel bar, l’uomo cerca di tenersi a una certa distanza e di non farsi coinvolgere troppo.

Solitario, misterioso, silenzioso, Bob ogni mattina si reca a messa in una Chiesa cattolica del quartiere senza tuttavia fermarsi a prendere la Comunione… La sua vita subisce una svolta quando salva per caso un cagnolino, brutalmente picchiato, e abbandonato in un bidone della spazzatura all’interno del cortile di una casa di proprietà di una giovane ragazza di nome Nadia. Il cane e la ragazza rappresenteranno per Bob un nuovo inizio. La possibilità di prendersi cura di entrambi è per lui preziosa chance per redimersi da un passato segnato dal peccato e da scelte sbagliate. Il desiderio di Bob di aspirare a un vita migliore è chiaro fin da subito, fin da quando sceglie di chiamare il cucciolo di pittbull Rocco, in onore della statua di San Rocco che ha visto all’interno della Chiesa dove si reca tutti i giorni.

Ma le buone intenzioni del giovane sono messe a dura prova sia dal cugino Marv che da Eric Deeds, ex fidanzato violento di Nadia e proprietario del cane. Quando Deeds incrocia Bob per ricattarlo e minaccia di far del male alle sole due cose cui l’uomo sembra realmente tenere, scatena in lui una reazione inaspettata.

Chi è senza colpa è un film ben scritto e magistralmente recitato da Tom Hardy, James Gandolfini (al suo ultimo film) e Noomi Rapace. Diretto dal regista belga Michaël R. Roskam, il film si regge su una buon tensione e, seppur a tratti scontato, riesce a catturare lo spettatore attraverso il dramma di un uomo che intravede una via di fuga da una vita già segnata da numerose scelte sbagliate. Bob è difatti un uomo solo, segnato nel corso e nello spirito, che si trova di fronte a un bivio morale. Intorno a lui gravitano diversi personaggi corrotti e spesso scegliere il bene sul male non sembra essere la soluzione più ovvia.

La lotta tra il bene e il male coinvolge direttamente un uomo che riesce a essere buono con tutti, a prendersi amorevolmente cura di un cane, che riesce salvare una ragazza in difficoltà ma che non si fa scrupoli a ricorrere alla violenza per liberarsi di quanti minacciano le cose che ama. Il passato oscuro torna sempre a farsi spazio nella sua vita e il senso di isolamento in cui ha scelto di rintanarsi per auto-infliggersi una punizione non basta a salvarlo. Convinto che il Cielo non possa appartenere a un uomo che ha già commesso così tanti crimini, Bob sceglie di mettere ordine nella sua vita a modo suo, e lo fa nell’unico brutale modo di cui è a conoscenza.


Chi è senza colpa (The Drop). Un film di Michael R. Roskam. Con Tom Hardy, Noomi Rapace, James Gandolfini, Matthias Schoenaerts, John Ortiz. Drammatico, 106 min, USA 2014.


In collaborazione con ACEC – Associazione Cattolica Esercenti Cinema

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture.
Anti-spam image