parole dell'umano

Pieter_Bruegel_the_Elder_-_The_Tower_of_Babel_(Vienna)

A te la parola!

Scrivi anche tu

Un vocabolario collettivo sul nuovo umanesimo

Nell’era della comunicazione le parole sono importantissime. Sono come finestre che lasciano passare la luce che illumina la realtà. Se sono troppo strette, o oscurate da usi impoveriti, la nostra stessa comprensione del mondo è mortificata, dato che nell’essere umano linguaggio e pensiero si costituiscono a vicenda. Per prendere la parola nello spazio pubblico della contemporaneità, per poter rendere ragione anche a parole della speranza che ci sostiene, per annunciare con consapevolezza la bellezza dell’umano è importante ripartire dalle parole, riscoprendo il loro significato più autentico.

Per questo abbiamo pensato a un “vocabolario dell’umano”, che offre definizioni semplici ma accurate, con rimandi ai testi del magistero e agli altri linguaggi – poetico, filosofico, artistico – che possono illuminare la comprensione dei termini che usiamo ogni giorno. Un vocabolario aperto e multimediale, che continua a crescere grazie al contributo di chi vorrà, come strumento a disposizione di tutti nella preparazione del cammino verso Firenze 2015 e anche oltre.

Leggi nella tag cloud le parole già inviate. Se vuoi proponi una nuova parola oppure scegline una e inviaci il testo (max 500 parole) all’indirizzo redazione@firenze2015.it.

1 Commento a “A te la parola!”

  1. scapin michele
    il

    la mia parola è unico.
    Dio ci ama in modo personale e unico ,non mi ama in mezzo hai tanti , ma ama proprio me, e dentro a questo dinamismo succede il miracolo di una relazione che sconvolge , sconvolge perchè non ci si sente degni di tanto amore e di tanta fiducia ….. e per tutto questo non rimane altro che un senso di gratitudine infinita…….

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture.
Anti-spam image