parole dell'umano

Amore

di Anna Bianco

È il destino dell’uomo e quel che da’ senso alla vita, ad ogni vita. Una vita senza amore è vuota. Questa realtà è stata percepita fin dagli albori della Storia, per cui diventava parte del dover-essere del cittadino greco e romano per la sua patria e dell’assiro per il suo potentissimo re; di ogni uomo verso il suo superiore, facendo rima amore con fedeltà e servizio. L’amore per gli inferiori, tra cui naturalmente anche i figli, si conformava piuttosto ad un legittimo senso del possesso, derivante dal senso di responsabilità, che si spingeva oltre le possibilità, cioè libertà, di scelta del sottoposto.

Per molti poi amore vuol dir gelosia, e questa può arrivare a togliere la vita. Quante volte la parola “amore” è stata usata per giustificare i peggiori delitti! Cos’è dunque l’amore? Quello vero e totale? È la piena realizzazione dell’uomo sul modello di Cristo ( Gv 15,12-13; Fil 2,5-11). Esso è proprio dell’uomo “superiore” che non “possiede”, ma lascia libero, il suo oggetto, e che si dona, a tutti, agli amici, ai figli, con spirito di servizio, rovesciando la logica del mondo sopra sintetizzata, ma ancora tanto implicitamente attuale. Così proprio le persone più umili sono rese simili a Dio, qualunque sia il loro stato sociale.Il vero amore coniuga fedeltà, servizio, senso di responsabilità e dono. Amando, anche il più povero si eleva a condividere la vita divina, ed esce dalla sua schiavitù essendo l’amore un atto di libertà per definizione ( se no non è più amore ma dovere ), anzi l’atto più alto, il fine della nostra libertà, estraneo del tutto alla paura ( 1 Gv).

Cosa è l’amore è ben descritto da Paolo in 1 Cor 13,4-7, per cui chi ama non conosce la parola “diritto” rivolta a sé, ma ne cerca il vero significato per poterlo riconoscere al suo prossimo più piccolo, umile, dipendente ed inconsapevole. In questo modo l’amore non prescinde dalla giustizia. Esso va oltre ogni regola, ma per amare qualcuno occorre primariconoscere i suoi diritti per poi poter andare oltre. Perciò non esiste amore senza amore per la verità: l’amore senza verità è falso, non poggia su niente, manca il suo oggetto/obbiettivo (Caritas in Veritate), è pura vanità. Una vita senza amore è vuota, come già detto. Ma anche l’amore senza vita non esiste. L’amore non può che avere come oggetto, oltre che come soggetto, una vita già “data”, cui riconoscere sempre il suo pieno valore. Il soggetto amante non cerca (“produce”) l’oggetto più adatto del suo desiderio per amarlo solo dopo averne acquistato il possesso legalmente riconosciuto.

Infine chi ama è sempre spinto dal desiderio e dalla speranza di essere riamato, che il suo amore venga riconosciuto; per atto libero, come amore necessita.

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture.
Anti-spam image