segni dell'umano

giovani-e-grande-schermo copia

Verso Firenze con il cinema

dalla Commissione Nazionale Valutazione Film | Fondazione Ente dello Spettacolo

11 schede per riflettere con i film

In vista del Convegno Ecclesiale Nazionale 2015 In Gesù Cristo. Il nuovo umanesimo, che si terrà a Firenze dal 9 al 13 novembre 2015, la Commissione Nazionale Valutazione Film della CEI | Fondazione Ente dello Spettacolo presenta il progetto cinematografico “Proposte di visione in cammino verso Firenze”.

Il progetto, che prenderà il via a partire da martedì 6 ottobre 2015 sino al Convegno, prevede una serie di schede film ragionate e sviluppate su alcuni temi di portata sociale: dignità del lavoro (6 ottobre); centralità della famiglia (13 ottobre); speranza nella malattia (20 ottobre); migrazione e solidarietà (27 ottobre); testimonianza del Vangelo (3 novembre); carità nelle periferie dell’esistenza (10 novembre); rispetto dell’ambiente, del creato (17 novembre).

Ogni settimana sarà proposto un film legato ai temi sopraindicati, accompagnato da una lettura approfondita di taglio educational; ogni scheda inoltre sarà arricchita da un approfondimento con la segnalazione di altre opere, così come da una proposta critica.

L’idea è quella di offrire una selezione di titoli cinematografici da (ri)scoprire, settimana dopo settimana, sino all’inizio dell’importante appuntamento della Chiesa italiana a Firenze. Il progetto è pensato per parrocchie, sale della comunità, attività degli Animatori della Comunicazione e della Cultura, ma anche per docenti e coloro che sono impegnati nei settori educational.

La Commissione Nazionale Valutazione Film della CEI pubblicherà settimanalmente le schede sul proprio portale www.cnvf.it, ma anche sul sito dell’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali della Conferenza Episcopale Italiana (www.chiesacattolica.it) e sul sito del Convegno Ecclesiale di Firenze (www.firenze2015.it).


Martedì 6 ottobre 2015
La dignità del lavoro

«Dove non c’è lavoro, manca la dignità! (…) È difficile avere dignità senza lavorare. (…) Lavoro vuol dire dignità, lavoro vuol dire portare il pane a casa, lavoro vuol dire amare! Per difendere questo sistema economico idolatrico si istaura la “cultura dello scarto”: si scartano i nonni e si scartano i giovani. E noi dobbiamo dire “no” a questa “cultura dello scarto”».

Papa Francesco, Cagliari 22 settembre 2013

50485
Due giorni, una notte
(2014) di Jean-Pierre e Luc Dardenne

Sullo stesso tema: La loi du marché (2015) di Stéphane Brizé, 99 Homes (2014) di Ramin Bahrani, La mossa del pinguino (2014) di Claudio Amendola, La parte degli angeli (The Angel’s Share, 2012) di Ken Loach, The Company Men (2010) di John Wells, Debito di ossigeno (2009) di Giovanni Calamari, Giorni e nuvole (2007) di Silvio Soldini.


Martedì 13 ottobre 2015
La centralità della famiglia

«La famiglia più bella, protagonista e non problema, è quella che sa comunicare, partendo dalla testimonianza, la bellezza e la ricchezza del rapporto tra uomo e donna, e di quello tra genitori e figli».

Papa Francesco, Messaggio per la XLIX Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, 23 gennaio 2015

Unknown
Io, Arlecchino
(2015) di Matteo Bini, Giorgio Pasotti

Unknown-2
Father and Son
(2013) di Kore-Eda Hirokazu

Sullo stesso tema: Padri e figlie (2015) di Gabriele Muccino, Mio papà (2014) di Giulio Base, In un mondo migliore (Hævnen, 2010) di Susanne Bier, Scialla! (2011) di Francesco Bruni, Il ragazzo con la bicicletta (Le gamin au vélo, 2011) di Jean-Pierre e Luc Dardenne, American Life (Away We Go, 2009) di Sam Mendes.


Martedì 20 ottobre 2015
La speranza nella malattia

«Anche quando la malattia, la solitudine e l’inabilità hanno il sopravvento sulla nostra vita di donazione, l’esperienza del dolore può diventare luogo privilegiato della trasmissione della grazia e fonte per acquisire e rafforzare la sapientia cordis. Si comprende perciò come Giobbe (…) rivolgendosi a Dio possa affermare: “Io ti conoscevo solo per sentito dire, ma ora i miei occhi ti hanno veduto” (42,5)».

Papa Francesco, Messaggio per la XXIII Giornata Mondiale del Malato 2015, 3 dicembre 2014

Unknown-3
Teneramente folle
(Infinitely Polar Bear, 2015) di Maya Forbes

Schermata 2015-10-06 alle 12.54.30
Colpa delle stelle
(The Fault in Our Stars, 2014) di Josh Boone

Sullo stesso tema: Still Alice (2014) di Richard Glatzer e Wash Westmoreland, Io sono Mateusz (Life Feel Good, 2013) di Maciej Pieprzyca, Il lato positivo (Silver Linings Playbook) di David O. Russel, Quasi amici (Intouchable, 2011) di Eric Toledano e Olivier Nakache.


Martedì 27 ottobre 2015
Migrazione e solidarietà

«In questo mondo della globalizzazione siamo caduti nella globalizzazione dell’indifferenza. Ci siamo abituati alla sofferenza dell’altro, non ci riguarda, non ci interessa, non è affare nostro!».

Papa Francesco, Lampedusa 8 luglio 2013

50799
Io sto con la sposa
(2014) di Gabriele Del Grande, Khaled Soliman Al Nassiry, Antonio Augugliaro

Unknown-7
Il villaggio di cartone
(2011) di Ermanno Olmi

Sullo stesso tema: Terraferma (2011) di Emanuele Crialese, Miracolo a Le Havre (Le Havre, 2011) di Aki Kaurismäki, Welcome (2009) di Philippe Lioret, L’ospite inatteso (The Visitor, 2007) di Tom McCarthy.


Martedì 3 novembre 2015
Testimonianza del Vangelo

«Il buon sacerdote si riconosce da come viene unto il suo popolo (…) Così bisogna uscire a sperimentare la nostra unzione, il suo potere e la sua efficacia redentrice: nelle “periferie” dove c’è sofferenza, c’è sangue versato, c’è cecità che desidera vedere, ci sono prigionieri di tanti cattivi padroni. (…) Siate pastori con “l’odore delle pecore”».

Papa Francesco, Messa del Crisma, 28 marzo 2013

Unknown-8
Se Dio vuole
(2015) di Edoardo Falcone

Sullo stesso tema: Per amore del mio popolo. Don Diana (2014) di Antonio Frazzi, Popieluszko (2009) di Rafal Wieczynski, Gran Torino (2008) di Clint Eastwood, Alla luce del sole (2004) di Roberto Faenza.


Martedì 10 novembre 2015
Carità nelle periferie dell’esistenza

«(…) risvegliare la nostra coscienza spesso assopita davanti al dramma della povertà e per entrare sempre di più nel cuore del Vangelo, dove i poveri sono i privilegiati della misericordia divina. (…) Riscopriamo le opere di misericordia corporale: dare da mangiare agli affamati, dare da bere agli assetati, vestire gli ignudi, accogliere i forestieri, assistere gli ammalati, visitare i carcerati, seppellire i morti».
Papa Francesco, Misericordiae Vultus, Bolla di indizione del Giubileo Straordinario della Misericordia, 11 aprile 2015

Unknown-9
Trash
(2014) di Stephen Daldry

stilllife
Still life
(2013) di Uberto Pasolini

Sullo stesso tema: Cesare deve morire (2012) di Paolo Taviani e Vittorio Taviani, Villaggio di cartone (2011) di Ermanno Olmi, Io sono Lì (2011) di Andrea Segre, Piovono pietre (Raining Stones, 1993) di Ken Loach.


Martedì 17 novembre 2015
Rispetto dell’ambiente, del creato

«Credo che (San) Francesco sia l’esempio per eccellenza della cura per ciò che è debole e di una ecologia integrale, vissuta con gioia e autenticità. (…) Era un mistico e un pellegrino che viveva con semplicità e in una meravigliosa armonia con Dio, con gli altri, con la natura e con se stesso. In lui si riscontra fino a che punto sono inseparabili la preoccupazione per la natura, la giustizia verso i poveri, l’impegno nella società e la pace interiore».

Papa Francesco, Lettera enciclica Laudato si’, 24 maggio 2015

Unknownw
Il sale della terra
(2014) di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado

Sullo stesso tema: Un mondo fragile (2015) di César Augusto Acevedo, Corn Island (2014) di George Ovashvili, Le Meraviglie (2014) di Alice Rohrwacher, In grazia di Dio (2014) di Edoardo Winspeare, Tracks – Attraverso il deserto (2014) di John Curran.

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture.
Anti-spam image