contributi

Storie di uomini, storie di Dio

di Gianfranco Brunelli

Dalla rivista il Regno (n. 20/2014), una lettura (critica) della Traccia attraverso le cinque “vie” dell’umanesimo: uscire, annunciare, abitare, educare, trasfigurare

La parte più creativa della Traccia è rappresentata da cinque luoghi (o figure simboliche) nei quali si individuano gli ambiti di svolgimento del convegno di Firenze. I vescovi italiani si chiedono in che modo «gli ambienti quotidianamente abitati, come la famiglia, l’educazione, la scuola, il creato, la città, il lavoro, i poveri e gli emarginati, l’universo digitale e la rete, sono diventati quelle periferie esistenziali che s’impongono all’attenzione della Chiesa italiana quale priorità in cui operare il discernimento, per accogliere l’urgenza missionaria di Gesù. Un simile discernimento si può realizzare lungo 5 vie, suggeriteci da papa Francesco nella Evangelii gaudium». Si tratta di cinque verbi: uscire, annunciare, abitare, educare, trasfigurare.

» Leggi l’articolo (pdf)

1 Commento a “Storie di uomini, storie di Dio”

  1. Antonio
    il

    Il testo è molto ampio e complesso, nella ricchezza degli spunti di riflesione offerti. Offre numerosi stimoli per un cambiamento al proprio stile di vita. Ma tutto si può compiere restando con Gesù ,coltivando l’amicizia con Lui, concretizzandola nella carità verso i fratelli più bisognosi. Grazie!l

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture.
Anti-spam image