parole dell'umano

Discernimento

di Francesco Occhetta

Il discernimento nella vita spirituale è un arte. Vuol dire setacciare, vagliare, distinguere le voci del cuore che ci abitano per poter fare scelte libere, responsabili e consapevoli. Come fare ad affinare l’udito e l’occhio interiore che mi permette di capire quando mi parla il male (il nemico della nostra natura) e quando mi parla Dio? Sant’Ignazio di Loyola, tra i più grandi maestri del discernimento scrive: «Quando vai di male in peggio, il messaggero cattivo di solito ti propone piaceri apparenti facendoti immaginare piaceri e godimenti, perché tu persista e cresca nella tua schiavitù. Invece il messaggero buono adotta il metodo opposto: ti punge e rimorde la coscienza, per farti comprendere il tuo errore» (Esercizi Spirituali, n. 314).

Insomma nel cuore si annidano voci che ci stuzzicano e ci portano a vivere «piaceri e godimenti sensuali» al punto che la ricerca del piacere è inversamente proporzionale al sentirsi sereni e felici. Esiste un criterio che mi dice quale tipo di voce ascolto: se dopo avere vissuto un’esperienza questa mi lascia più vuoto e deluso di prima e mi crea dipendenza, è quando sono stato conquistato dalle voci dal «nemico della natura umana».

Cosa dicono le altre voci? In questa situazione Dio invece parla col rimorso, che è un dispiacere o disagio interiore, le prime ci vogliono far perdere, le seconde desiderano salvarci. Il male cerca sempre di apparire bene ma alla fine dice solo bugie e ti ipnotizza. Non mantiene ciò che promette e ti usa. Ti lascia un’insoddisfazione che cresce. È la logica della droga: per fare effetto il piacere ha sempre bisogno di una dose in più! L’eccesso di cibo e di alcool, le varie infedeltà, la prostituzione, l’uso di droga, la corsa sfrenata alla carriera, la dipendenza dai social network, la ricerca del potere… danno piacere sul momento, ma non danno felicità!

Quando il piacere e la tua felicità coincidono allora il piacere è autentico e lo si può vivere serenamente perché è creato e voluto da Dio.


foFrancesco Occhetta, gesuita, giornalista, è redattore per la Civiltà Cattolica.

www.francescoocchetta.it

tw@OcchettaF

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture.
Anti-spam image