esperienze

Ancona - Osimo

Giornate dell’anima

La nostra diocesi sottolinea una particolare iniziativa, promossa dall’Arcivescovo negli ultimi due anni pastorali, che va sotto il nome di “Giornate dell’anima”.

L’iniziativa si inquadra nell’ambito delle celebrazioni della festa patronale di San Ciriaco (4 maggio) e si inspira anche al progetto culturale della Chiesa Italiana.

L’esperienza parte dal dialogo che l’Arcivescovo Menichelli ha avuto ed ha con il mondo giovanile e verte attorno ad una domanda: “ma da quanto tempo a casa oppure a scuola o in parrocchia non sentite più la parola anima?”. Una delle pochissime risposte, se non l’unica, è quella di un giovane, il quale, dopo aver alzato timidamente la mano, afferma: “papà quando gioco a pallone mi dice mettici tutta l’anima”.

L’esperienza è stata ed è un tentativo di riappropriarsi di una categoria che sembra essersi eclissata: è in crisi l’antropologia. Infatti sempre meno parliamo dell’anima della persona mentre sempre più parliamo, paradossalmente, dell’anima in senso metaforico: l’anima di un paese, di un’azienda, etc.

E l’anima dell’uomo? A questa domanda si è tentato di rispondere con un ciclo di incontri che ha coinvolto oltre duemila persone presso la sede dell’Aula Magna dell’Università Politecnica delle Marche con l’intervento del Card. Ruini e presso la Mole Vanvitelliana con la scrittrice Dacia Maraini, con il vescovo di Avezzano Santoro, su temi che si erano rarefatti: ora in vista del convegno nazionale programmato per esaminare l’umanesimo costruito sul messaggio evangelico, questa iniziativa risulta congeniale al tema e offre spazi di ricerca e di dialogo con quella parte della società che risulta essere sempre più ai margini della vita pastorale.

Nell’anno in corso sono stai programmati altri quattro incontri, ecco le tematiche:

  1. Antidoti ai mali dell’anima nel pensiero di Papa Francesco
  2. I segreti dell’anima tra neuroscienza e teologia
  3. L’anima della città tra politica e spiritualità
  4. L’anima e la bellezza: le provocazioni francescane nel mondo di oggi

Naturalmente come si conviene ad un dibattito di spessore culturale, gli incontri sono stati improntati ad un dialogo tra posizioni religiose e spirituali diverse con l’intento non solo di far riflettere, ma anche di arrivare alla riscoperta della identità antropologica della persona.

Il giudizio complessivo sull’iniziativa è stato decisamente favorevole ad ha coinvolto molte persone di ispirazione laica, le quali si sono sentite accolte e stimolate.

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture.
Anti-spam image