esperienze

Missione Giovani Cittadina (Pastorale giovanile diocesana • Bologna) Bologna

Missione giovani cittadina

Pastorale giovanile diocesana

L’iniziativa è stata realizzata dal 22 febbraio al 3 marzo 2013. Il promotore dell’iniziativa è stato il servizio diocesano di pastorale giovanile, su richiesta dell’Arcivescovo, all’interno delle iniziative proposte in occasione dell’Anno della Fede; ci si è avvalsi dell’aiuto dei frati Francescani Minori di Assisi. La missione giovani aveva l’intento di far conoscere la bellezza e la gioia della fede ai giovani, soprattutto ai più lontani dalla vita ecclesiale. È stata l’occasione per formare un gruppo di giovani evangelizzatori bolognesi che avessero voglia di impegnarsi a tempo pieno in questa esperienza, aiutati dai Frati Minori di Assisi. Si è così formato un gruppo di circa 120 persone, tra frati, suore e giovani che si sono resi disponibili per dieci giorni a portare l’annuncio del Vangelo nella città di Bologna. I luoghi toccati dall’annuncio sono stati i più svariati: scuole, università, strade, pub, discoteche, carcere… Inoltre alla sera veniva proposta una catechesi presso un cinema cittadino, con grande partecipazione di ragazzi e giovani. 

Missione Giovani Cittadina (Pastorale giovanile diocesana • Bologna)

Missione Giovani Cittadina (Pastorale giovanile diocesana • Bologna)

Campo di intervento

Trasmissione della fede ai giovani lontani.

Soggetti coinvolti nell’iniziativa

Pastorale giovanile diocesana, giovani di varie estrazioni e appartenenze ecclesiali operanti nella diocesi di Bologna, alcuni sacerdoti, Frati Minori di Assisi. 

Soggetti destinatari, finalità dell’iniziativa, strumenti / Frutti sul territorio

Come già detto, i destinatari dell’iniziativa sono stati i giovani, in particolare i lontani. Lo scopo è stato quello di rendere presente la Chiesa in quei luoghi in cui ormai essa non è più presente: locali, strada, ritrovi giovanili.

I frutti sono stati molteplici: sicuramente una risposta molto positiva da parte dei giovani incontrati; l’inizio di un percorso di approfondimento della fede per quanti ne avevano manifestato il desiderio, percorso che tuttora continua con notevole partecipazione; l’inizio di altre attività di evangelizzazione di strada che tuttora continuano; il lavorare insieme tra giovani di varie appartenenze ecclesiali. 

Riflessioni conclusive e prospettive

L’esperienza si è rivelata molto proficua sia ad intra sia ad extra

Ad intra i frutti sono stati:

  • l’aumento del desiderio di evangelizzare i lontani da parte di varie realtà giovanili bolognesi;
  • la collaborazione tra diverse realtà operanti nel mondo giovanile diocesano;
  • la riscoperta del valore della preghiera come sostegno a tutte le attività di evangelizzazione;
  • la nascita di un notevole movimento di volontariato a sostegno delle varie attività promosse dalla missione giovani;
  • la partenza di alcuni percorsi di approfondimento della fede per i lontani;
  • la fioritura di iniziative di evangelizzazione di strada portate avanti con decisione e costanza dai giovani di varie appartenenze ecclesiali.

Ad extra i frutti sono stati:

  • Avvicinamento di una grande quantità di giovani dai più vicini ai più lontani;
  • Offerta di cammini di approfondimento della fede;
  • Risveglio della domanda sulla fede in tanti giovani;
  • Immagine positiva della Chiesa lasciata a quanti sono stati incontrati.

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture.
Anti-spam image