esperienze

Serra International club Italia

Concorso scolastico nazionale

Serra International club Italia

Da 11 anni il Consiglio nazionale del Serra Italia bandisce il concorso scolastico nazionale come attività di servizio alla Chiesa cattolica per invogliare i giovani a discutere su temi ogni anno diversi dei nostri valori religiosi ed etici. Una commissione nazionale valuta gli elaborati già precedentemente selezionati nell’ambito dei club di appartenenza ed i vincitori vengono premiati a Roma nel mese di maggio nel corso di una manifestazione che coinvolge tutte le scuole d’Italia partecipanti. Quest’anno la traccia proposta è la seguente:

“Uomo dove sei?” (Gen. 3,9). L’uomo contemporaneo vive come se non si appartenesse, come se non fosse suo il corpo, suo il creato. Ti sei mai chiesto, invece, qual è il tuo cammino di vita e come scegli di stare al mondo?

Campo di intervento  

La sfida educativa: ovvero la formazione integrale del giovane studente da accompagnare con l’ascolto dei suoi bisogni  nell’età adolescenziale alla ricerca dei suoi talenti ed alla scoperta delle sue potenzialità per la definizione delle scelte della vita in senso cristiano. Particolare attenzione alla sua affettività, alla sua ricchezza interiore non compresa talora neppure dalle famiglie. Sovente, dagli elaborati dei ragazzi si viene a conoscenza del disagio familiare, della scarsa attenzione dei genitori all’educazione religiosa,  che si traduce nell’allontanamento dai sacramenti e dalla Chiesa. Questi comportamenti delle famiglie e/o delle unioni di più padri e madri delle cosiddette “famiglie allargate” sono in crescente aumento, i ragazzi si sono adattati a moduli esistenziali ricavati dalla loro esperienza, senza avere punti di riferimento validi che diano loro sicurezza. In questo campo, gli insegnanti hanno un ruolo educativo delicatissimo ed il Serra Italia offre alle scuole un’opportunità di dialogo costruttivo su tematiche non comprese nell’offerta formative delle scuole.

Soggetti coinvolti nell’iniziativa

Il mondo della cultura e della scuola:  Dirigenti scolastici, docenti, alunni, famiglie. Il Vescovo della Diocesi in cui opera il club, il Seminario e l’equipe educativa, l’ufficio di pastorale scolastica delle singole Diocesi. Le autorità civili del territorio e gli organi di informazione locali e nazionali. Il portale del Serra Italia segue il cursus del nostro progetto educativo: www.serraclubitalia.it. Anche la pagina Facebook.

Soggetti destinatari, finalità dell’iniziativa, strumenti

I destinatari del progetto scolastico sono gli allievi delle scuole di ogni ordine e grado statali e parificate d’ Italia. Svolgono la traccia proposta con varie forme di espressione:  tema, articolo di giornale,  disegno, componimento musicale o poetico,  power point,  cortometraggio (max 8 min) per narrare il loro tessuto ambientale e raccontare le emozioni, i sentimenti e le idee dell’universo giovanile. Le prove in oggetto costituiscono uno spaccato interessante per comprendere le dinamiche relazionali dei giovani, la nuova accettazione dei modelli educativi, lo status della famiglia contemporanea e le difficoltà dipendenti da questo momento storico.

Frutti sul territorio

La partecipazione al concorso scolastico nazionale è un progetto didattico da inserire nel POF di ogni Istituto, nel quale i docenti referenti organizzano gruppi di studio e di discussione sulla tematica proposta, con relatori e formatori che introducono gli allievi alla comprensione della traccia e suscitano l’interesse al dialogo sui temi della fede. I forum con gli allievi stimolano anche le famiglie ad “educare alla vita buona del Vangelo” i loro figli, con la testimonianza di adulti di riferimento. Una sinergia scuola- famiglia- chiesa che presenta un modo di vivere altrimenti impensabile per quanti sono lontani dalle parrocchie ed ignorano quanto grande è l’impegno delle aggregazioni laicali nel “far star bene” i ragazzi.  In qualche caso gli studenti si sono iscritti ai gruppi giovanili della Diocesi, in particolare hanno seguito corsi di orientamento vocazionale nel Seminario della propria città, come attestano i soci serrani che sostengono in gratuità  le attività formative dei Seminari minori e maggiori del loro territorio.

Eventuali difficoltà e criticità incontrate

L’ inserimento del concorso scolastico nel POF di quegli istituti che in nome della laicità o della libertà religiosa, non coinvolgono gli studenti nei percorsi formativi ispirati dalla morale cattolica. La scarsa motivazione degli insegnanti che non vogliono un’ ulteriore responsabilità didattica perché legati ad un’istruzione nozionistica delle discipline.

Eventuali proposte per superare il nodo problematico

Creare una rete di docenti sensibili alle problematiche del mondo giovanile, da coinvolgere preventivamente nella formazione serrana, sensibile al tema delle vocazioni. In una società in cui i giovani soffrono la mancanza di chiamanti autentici e coerenti, il progetto educativo del concorso  si propone di declinare ad ampio raggio il valore della Bellezza della vita nel rispetto della dignità umana. I docenti già soci del Serra club Italia favoriscono nelle scuole questo dialogo educativo.

Riflessioni conclusive e prospettive  

La scoperta dei talenti dei nostri giovani e delle loro attitudini rientra nella formazione integrale della persona che viene aiutata ad una cittadinanza responsabile, al rispetto della dignità dei valori umani e della vita, in una prospettiva futura di buoni cittadini che sappiano impegnarsi nella costruzione di una società onesta ed aperta alle sfide del mondo contemporaneo per un nuovo Umanesimo cristiano.

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture.
Anti-spam image