area stampa

Image_0
Dove va l’umano? Il Papa ci chiede di essere una Chiesa inquieta 
di Sara Melchiori

Il segretario generale della Dei Nunzio Galantino a Padova sul dopo Firenze: siamo invitati a uscire dai nostri schemi. Il nostro tempo ha bisogno di una morale più fresca, più gioiosa, più esigente Dove va l’umano? «È la domanda più urgente anche alla luce dei gravi fatti che stiamo vivendo».... Continua »


Ora la Chiesa parli con un linguaggio di carne
di Giovanna Pasqualin Traversa

“L’aspetto comunicativo è stato un elemento qualificante del Convegno. All’inizio il  titolo ‘In Gesù Cristo il nuovo umanesimo’ aveva destato un po’ di perplessità e diffidenza e poteva sembrare astratto; il metodo ‘sinodale’ e comunicativo adottato ha invece azzerato da subito le distanze e creato un ambiente accogliente”. Ne... Continua »


essere umani brescia
Una rassegna cinematografica per scoprirci Essere umani
dalle Sale di Comunità di Brescia

Youth – La Giovinezza di Paolo Sorrentino, Timbuktu di Abderrahmane Sissako, Per amor vostro di Giuseppe M. Gaudino o Se Dio vuole di Edoardo Falcone sono alcuni dei film che  dal 6 novembre al 21 dicembre, in sei Sale della Comunità di Brescia, tra città e provincia, porteranno sul grande schermo le cinque “vie”,... Continua »


Acec
Acec, una missione sempre più strategica nelle Sale di comunità

A qualche giorno di distanza dalla conclusione del 5° Convegno ecclesiale di Firenze, anche l’Acec prova a rimettere in ordine pensieri, stimoli, suggestioni e contributi emersi dalle relazioni, dai lavori di gruppo e dalle conclusioni dell’appuntamento. “Il Convegno ecclesiale ci ha confermato che le sale attive in moltissime diocesi italiane... Continua »



Diego Andreatta
«Basta voci comode, è l’ora di svegliarci»
di Diego Andreatta

Al ritorno in redazione, quando i colleghi mi hanno chiesto ‘cos’è venuto fuori di nuovo a Firenze’, ho segnalato loro l’immagine scelta dal tavolo dei giovani: «Dobbiamo fare un falò dei nostri divani». Hanno voluto suonare la ‘sveglia’, perché ci sentiamo «popolo in cammino, e non in ricreazione», senza... Continua »


Francesca Cipolloni
«Nel dialogo che ci attende non solo parole ma persone»
di Francesca Cipolloni

Comunicare un uomo nuovo: questo è il mandato impegnativo che noi giornalisti, «annunciatori fuori dalla Fortezza», secondo la definizione di don Ivan Maffeis, direttore dell’Ufficio Cei per le Comunicazioni sociali, portiamo nelle diocesi dopo Firenze 2015. Ora, viene legittimamente da chiedersi quale Chiesa ‘in uscita’ poter descrivere e declinare... Continua »


Chiara Domenici
«Manteniamo vivo il clima che abbiamo respirato»

«Tradurre in parole le prospettive della Chiesa italiana è la vera sfida di noi comunicatori cattolici» Seduta ai tavoli della sala stampa, accanto a decine di colleghi, ho avuto la sensazione che la riuscita di Firenze 2015 dipendesse in piccolissima parte anche da me, da come avrei potuto raccontare... Continua »


Lavori gruppo
«La grande novità dello stile segna la rotta per le diocesi»
di Enrica Lattanzi

A Firenze abbiamo vissuto un’esperienza importante. Certamente per i contenuti, ma soprattutto per lo stile. In più occasioni, infatti, si è sottolineata la bellezza della ‘sinodalità’. Una modalità di lavoro fraterna, dove a tutti è stata assicurata la medesima possibilità di parola e di ascolto, un’opportunità apprezzata soprattutto dai... Continua »


Davide Imeneo
«Da quei 200 tavoli lezione di metodo»
di Davide Imeneo

Allarghiamo l’orizzonte oltre i social network: non solo condividere ma progettare insieme Quei duecento tavoli resteranno impressi nella memoria dei partecipanti al Convegno di Firenze. Duecento ‘cenacoli’ dove si è vissuto lo spirito sinodale che anima la pastorale della Chiesa. Poche ore dopo la conclusione, è già tempo di... Continua »